L'immagine incontra il mondo, nelle stanze della fotografia

Il Festival

Il Festival

9 aprile – 22 maggio 2022

Curatore artistico: Claudio Argentiero

Il festival, giunto alla 10^ edizione, con il patrocinio della Commissione Europea, Regione Lombardia, Provincia di Varese e delle Amministrazioni comunali di Legnano, Busto Arsizio, Castellanza, Castiglione Olona, Cairate, in partenariato con DIGIMAG-Grenoble Francia, Istituto Italiano di Fotografia Milano, con l’apporto tecnico di EPSON Digigraphie Italia, SEA Milan Airports, Photographers, gallerie e realtà private tra cui:

Galleria Boragno Busto A., Fondazione Bandera per l’Arte Busto A., Centro Giovanile Stoa’ Busto A., A&A Studio Legale Busto A. e Milano, Bottega Artigiana Busto A. si pone tra le iniziative più pregevoli nel panorama fotografico nazionale ed europeo, proponendo percorsi visivi articolati, aperti alle più svariate esperienze espressive.

Le mostre

Un progetto culturale e artistico dedicato alla fotografia storica, moderna e contemporanea, con un approccio interdisciplinare che vede importanti autori a confronto con fotografi emergenti, italiani e provenienti da diversi Paesi del mondo.

Il programma è arricchito da conferenze, proiezioni, presentazione di libri, workshop e iniziative site specific, il cui obiettivo è approfondire l’evoluzione del linguaggio fotografico e visivo.

Un crocevia di esperienze dove esperti del settore, studenti, appassionati, ricercatori e professionisti potranno confrontarsi per una crescita collettiva.

Il Festival ha tra le finalità anche quella della valorizzazione del territorio, da far conoscere e scoprire mediante una comunicazione mirata, immagini d’archivio e campagne contemporanee.

L’iniziativa è valorizzata dalla partecipazione di spazi e soggetti privati, gallerie e librerie che propongono esposizioni e progetti.

Una sorta di laboratorio culturale, che si apre all’Europa, che dialoga con la gente attraverso l’arte dello sguardo e mette a fuoco le aspirazioni, i linguaggi e l’inventiva di artisti con differenti peculiarità stilistiche.

Un progetto che vuole affermare la centralità della cultura quale potente meccanismo in grado stimolare confronti tra i popoli e tra le generazioni in una prospettiva di sviluppo, riflessione e dialogo, guidati dall’impegno comune, in un percorso di progresso in opposizione al degrado sociale.

Venticinque mostre, conferenze, proiezioni, presentazione di libri.

Un programma espositivo articolato che muove dalla fotografia storica al reportage d’autore, dalla fotografia d’arte all’architettura, dalle ricerche creative alla documentazione del territorio.

L'AFI

L’Archivio Fotografico Italiano è nato principalmente per progettare ricerche e custodire opere altrimenti disseminate e perdute, ma anche con la finalità di divenire luogo di collezione, conservazione, valorizzazione e fruizione di raccolte fotografiche, oggi riconosciute dalla legislazione come “bene culturale”.